Siamo così; un agriturismo di charme con un sapore genuino di classe.
Interpretiamo l’accoglienza come un’arte a disposizione e su misura delle esigenze, nel rispetto della natura, delle sue stagioni e dei suoi cicli.

Siamo una famiglia, anzitutto. E ci piace dirlo con grande orgoglio.
In realtà siamo la seconda generazione di due famiglie riunite che, ognuna a modo proprio, hanno lasciato il segno sul territorio: Guffanti e Pezzoli, impegnati da sempre in attività locali e nazionali inerenti energia e petroli.
Oggi, sul territorio e per il territorio che è sempre stato un amore tramandato come un prezioso tesoro, ci sono tre giovani esponenti della famiglia Guffanti-Pezzoli, saldi al timone di Tenuta de l'Annunziata con grande entusiasmo e voglia di condividere la genuinità delle emozioni e l'eleganza dell'ospitalità: Adriano Guffanti, primogenito, è l'imprenditore agricolo della Tenuta, colui che sovraintende alle produzioni e al controllo delle coltivazioni e degli allevamenti di proprietà, impegnato quotidianamente nella ricerca e selezione delle migliori materie prime del nostro territorio.
Elisabetta e Arianna, sorelle minori di Adriano, e quote rosa della Tenuta, curano la gestione dell'intera struttura, spartendosi mansioni di relazioni con il cliente e di gestioni interne. Giovani, tutti giovani ma con la luce negli occhi di chi ha voglia di imprimere un solco diverso nel campo sterminato dell'ospitalità. Sono loro che fanno respirare l'atmosfera che pervade la Tenuta, con tenacia e determinazione.

Un agriturismo naturalmente genuino e di charme, con prodotti derivanti da coltivazioni e allevamenti di proprietà o controllati, con una rigorosa attenzione a ciò che offriamo ai nostri ospiti dalla colazione alla merenda, dal pranzo alla cena, dall'aperitivo al party. Sempre. Come fossimo a casa. 

Più del 52% degli ingredienti che vengono serviti al Ristorante residente Quercus provengono da aziende agricole di proprietà, dislocate sul territorio lombardo, tra Colverde, Appiano Gentile, Bregnano e Colli Piacentini.
Storia

Storia

Gli ultimi secoli di storia di Uggiate Trevano sono permeati dalla presenza di una grande famiglia, i Somaini, tra le cui proprietà più significative si elenca anche Tenuta dell'Annunziata, edificata e strutturata da Francesco Somaini, ingegnere, onorevole, imprenditore e fondatore del cotonificio che aprì a Lomazzo nel 1893 (oggi sede del parco tecnologico_scientifico “Como Next”).
È probabilmente da Annunziata Coduri, di cui poco viene tramandato, che la Tenuta prese l'attuale nome.
Ciò che è certo è che la posizione strategica della collina de l'Annunziata, la rese interessante già in epoca romana e da lì lungo i secoli come postazione di controllo: da un lato la Svizzera, dall'altra la collina di Uggiate, con la vista che giunge fino alla Brianza e ai palazzi di Milano nelle giornate particolarmente limpide.
Scomparso l'ingegnere Somaini nel 1939, la meravigliosa proprietà (da sempre meta di passeggiate nel suo verde e nel suo bosco, oasi nella zona) rimase della famiglia che non ne fece uso, fino ad essere acquistata nel 2007 dalla famiglia Guffanti-Pezzoli che avvia una grandiosa opera di recupero, fino a realizzare l'attuale natural relais. L'arte, la cura, il benessere, la natura, ora come allora rimangono il sigillo della storia di Tenuta de l'Annunziata.